Poesie dimenticate

Società Filologica Friulana, Udine, 1965

Il volume, edito nel 1965, raccoglie poesie friulane degli anni 1943-1953 che erano rimaste escluse dalla edizione de La meglio gioventù del 1954. Il progetto editoriale fu tenacemente voluto dall’amico friulano Luigi Ciceri, che aveva già curato nel 1953 l’edizione di Tal còur di un frut e che fin dal giugno 1954 sollecitò Pasolini al recupero di altri versi friulani ancora inediti. Tra questi quelli della poesia Il luzòur [Il chiarore] da cui è prelevato l’incipit messo in epigrafe alla raccolta:  «Chel ch’a si dismìntia a zova / pì di chel ch’a si recuarda [Quello che si dimentica giova più di quello che si ricorda]».
Le poesie sono organizzate in quattro sezioni, intitolate La Julia (1943), A Versuta (1943-1945)Lieder (1949), Il Gloria (1950-1953) e, nel 1975, furono riprese in buona parte nella raccolta La nuova gioventù.
Il primo titolo Poesie dimenticate fu mantenuto rispetto a un concorrente Lieder, al quale Pasolini pensò in alternativa nella primavera del 1957, perché, come scrisse a Ciceri, «meno archeologico e malinconico».

Citazioni tratte dall'opera

O Viersa, o Vilasìl, o biei paìs

"Nisiuti di amoùr

O Viersa, o Vilasìl, o biei paìs,
o Glisiùt di Ciasarsa, o ciamps e rojs,
jo in miès di vu soj vif e zovinùt,
di murì mai crodìnt, ma legri e mat.
Mo' tal ciar, mo' tal fen, mo' tal Sagràt,
o Viersa, Vilasìl, o Glisia santa,
o ciamps e rojs, o bielis fantassinis,
a è Nisiuti di amoùr che vuei al cianta".

[Tr.: Nisiuti d'amore. O Versa, o Villasile, o bei paesi, o Chiesetta di Casarsa, o campi e rogge, io in mezzo a voi son vivo e giovincello, di morire mai credendo, ma allegro e matto. Ora sul carro, ora sul fieno, ora sul Sagrato, o Versa, o Villasile, o Chiesa santa, o campi e rogge, o belle ragazzette, è Nisiuti d'amore che oggi canta.]


La poesia, che risale agli anni friulani di Pasolini, uscì nel 1965 nel volume Poesie dimenticate, curato da Luigi Ciceri per le edizioni udinesi della Società Filologica Friulana.

Edizione consultata:

P.P.Pasolini, Tutte le poesie, a cura di W. Siti, 2 voll., Mondadori, Milano, 2003 ["I Meridiani"], vol. I, p. 219

Ju pai ciamps di Versuta

"Soreli

In miès dai ciamps serèns
i troiùs a si incròsin.
Ulì tal soreli pens
al pàusa un zòvin.

Pojàt a un morarùt
ju pai ciamps di Versuta
tai so lavris al strens
na primuluta

A cola ju la sera,
na oscuritàt tranquila.
Doma chel floùr tal silensi
al disfavila."

[Tr.: Sole. In mezzo ai campi sereni si incrociano i sentieri. Là, nel sole intenso, se ne sta un giovane.
Appoggiato a un piccolo gelso, giù pei campi di Versuta, egli stringe tra le labbra una primoletta.
Cade ormai la sera, una oscurità tranquilla. Solo, nel silenzio, brilla quel fiore.]


La poesia, composta negli anni giovanili trascorsi da Pasolini in Friuli, uscì nel 1965 nel volume Poesie dimenticate, curato da Luigi Ciceri per le edizioni udinesi della Società Filologica Friulana.

Edizione consultata:

P.P.Pasolini, Tutte le poesie, a cura di W. Siti, 2 voll., Mondadori, Milano, 2003 ["I Meridiani"], vol. I, p. 215.

Li ciampanis dal Gloria

"Li ciampanis dal Gloria

A suna il Gloria.
A me mari a ghi bat il còur
coma a na fruta, e fòur
il soreli al s'cialda coma
zà sinquanta àins
quan' ch'a era doma
Ciasarsa in dut il mond.

A cor a bagnàssi
i vuj, puora fruta contenta,
fruta c'un fì muàrt, e a strens
l'ulìf benedèt, ridìnt
un puc vergognosa,
intant che il Gloria al vint
al è la sola vòus dal mond ..."

[Tr.: Le campane del Gloria. Suona il Gloria. A mia madre batte il cuore, come a una bambina, e fuori il sole scalda come cinquanta anni fa, quando c'era solo Casarsa in tutto il mondo.
Corre a bagnarsi gli occhi, povera bambina contenta, bambina con un figlio morto, e stringe l'ulivo benedetto, ridendo un poco vergognosa, mentre il Gloria al vento è la sola voce del mondo ...]


La poesia è datata agli anni friulani di Pasolini, anche per il riferimento alla morte del fratello Guido, ucciso il 12 febbraio 1945. Uscì nel 1965 nel volume Poesie dimenticate, curato da Luigi Ciceri per le edizioni udinesi della Società Filologica Friulana.

Edizione consultata:

P.P.Pasolini, Tutte le poesie, a cura di W. Siti, 2 voll., Mondadori, Milano, 2003 ["I Meridiani"], vol. I, p. 239.

Poesie dimenticate