Itinerari

«Conosco il Friuli come primo luogo della vita, e il mistero della sua realtà mi è chiaro per diritto d’origine».

Pier Paolo, durante le estati casarsesi, con l’inseparabile bicicletta varca i confini domestici per le prime esplorazioni del lucus friulano, dei paesaggi agresti e delle rive del Tagliamento. «L’estate casarsese scorre sul suo abituale diagramma di avventure: il Tagliamento, le gite serali delle risorgive, con corsi d’acqua che hanno la freschezza dei monti e già si colorano di cieli marini». Passa, nell’ambito di pochi chilometri, da una sacca linguistica ad un’altra e compiere così i suoi importanti e rivelatori approcci al friulano. In campagna, coi campi raggiunti ancora una volta in bicicletta, con un cavalletto da pittore e i colori passa molti pomeriggi a dipingere. Il tutto sempre con una inesauribile energia, con curiosità e con la bicicletta come sorta di “compagna di studio”. Un allenamento atletico alla vita e all’estetica.

Il percorso proposto vuole aiutare a conoscere i luoghi casarsesi che sono intimamente legati alla memoria del poeta. Luoghi che hanno riferimenti espliciti nella sua produzione poetica e che sono carichi di bellezze artistiche ed architettoniche. Verranno attraversate strade asfaltate e viottoli campestri in una continua ricorsa tra passato e presente. Si raccomanda di seguire le indicazioni esistenti e di attenersi, il più possibile, al codice della strada. Buon viaggio!

Percorso Pasoliniano Comune di Casarsa

mappa

Lunghezza: 10.0 Km - Km sforzo: 10.4 Kmsf - Salita: 40 m - Discesa: 40 m - Dislivello totale: 80 m - Altitudine minima: 35 m slm - Altitudine massima: 45 m slm

 

Presso il Centro Studi Pasolini - punto IAT, è possibile noleggiare le biciclette per partire alla scoperta dei luoghi pasoliniani. L'itinerario che insiste su strade urbane e brevi tratti di strada sterrata è agevolmente segnalato dalla presenza di cartelli stradali .

Usciti dal cortile del CENTRO STUDI si svolta immediatamente a destra e superato il semaforo si imbocca la prima strada a sinistra, via XI Febbraio, in fondo alla quale dietro i cipressi si trova la CHIESA DI SANTA CROCE. Dopo aver dedicato una visita a questo luogo ricco di storia il percorso prosegue, come da indicazioni, verso San Giovanni .Trovandoci all'intersezione tra via XI Febbraio e Via Vittorio Veneto, proseguiremo verso destra percorrendo la pista ciclabile. Dopo alcune decine di metri il contesto urbano cede il passo a quello campestre e facendo attenzione svolteremo a sinistra. Proseguendo e superato il sottopasso ferroviario ci ritroveremo tra i campi e le vigne bordate di siepi. Fermiamoci pure un attimo. Davanti a noi in lontananza il campanile di San Giovanni, la nostra meta. Alla nostra destra, qualche campo più in là, l'area naturalistica della Pulisuta dove a primavera è possibile scorgere qualche primula, fiore che associato al temporale descriverà nel sentimento pasoliniano il paese di Casarsa. Dietro a noi, ormai relitti delle tensioni fredde del novecento, ci guardano tristi le caserme. Proseguiamo verso San Giovanni. La strada tortuosa incrocia un passaggio a livello e continua tra il verde. Tra le fronde si scorgono nuovamente case che ci annunciano San Giovanni. L'imponente duomo in mattoni è il nostro riferimento sicuro, proseguiamo perciò diritti. Arrivati in piazza mantenendo la destra imbocchiamo la strada di fronte alla chiesa, via Runcis, e dopo qualche centinaio di metri saremo arrivati al BORGO con il caratteristico pozzo e la chiesa. Ritorniamo quindi sui nostri passi verso la piazza per una visita al duomo ed alla LOGGIA. L'itinerario prosegue lungo il lato nord della chiesa, per svoltare poi verso destra in un breve ma suggestivo tratto tra la roggia e un antico muro in sassi. Allo stop svolteremo a sinistra, e quindi come da indicazioni proseguiremo tendendo per un primo tratto la destra e quindi la sinistra verso la località di Versutta. Sulla strada si affacciano case e villette, intervallate qua e là da campi e vigne che nuovamente ci indicano che stiamo uscendo dal paese. Anche l'aria è in qualche modo diversa, sarà forse quella del Tagliamento che si trova a pochissimi chilometri davanti a noi? Dopo qualche curva sulla nostra sinistra ci sorprenderà la bellezza della chiesa di VERSUTTA ed il prato che la circonda sarà occasione per una sosta significativa. Difficilmente indifferenti a questo luogo proseguiremo seguendo le indicazione per Casarsa facendo attenzione dopo qualche centinaio di metri dalla chiesa ad imboccare, in corrispondenza di una curva, la strada a sinistra che da lì in poi si snoderà stretta tra i campi ordinati a cui, nelle belle giornate, fanno da sfondo i profili azzurrati delle alpi. Stop a sinistra, quindi a destra sempre con direzione Casarsa. Superiamo un sottopasso regolato da semaforo e teniamo la sinistra. Allo stop ci ritroveremo sulla strada statale, teniamoci perciò sul marciapiede alla nostra sinistra e costeggiando l'imponente complesso della cantina LaDelizia, attraversiamo in sicurezza sulle strisce pedonali. Imbocchiamo via XIV Maggio arriveremo alla piazza di Casarsa. Alla nostra sinistra vedremo il centro studi da cui siamo partiti, ma completiamo il giro prendendo la destra. Arriviamo in piazza Cavour. E' la piazza della CHIESA, del municipio e delle poste. Alla nostra destra VIA MENOTTI, vecchio borgo del paese. Fermiamoci un attimo nei pressi del monumento e diamo pure una sbirciata tra i vecchi portoni ma poi proseguiamo poi verso il cimitero. Con direzione Valvasone giungeremo prima ad una rotonda e quindi tenendo la destra proseguiremo sino a scorgere i cipressi del CIMITERO dove riposa Pier Paolo. Il nostro giro è concluso e ritorniamo verso il Centro Studi Pasolini - punto IAT.

 

Itinerario-tappe

Distanza (m)

Bici con velocità 15 km/h
(minuti)

A piedi con velocità 5 km/h
(minuti)

Centro Studi- chiesa Santa Croce

350

1,25

4,12

chiesa Santa Croce - Piazza San Giovanni

2010

8,2

24,7

Piazza San Giovanni – Borgo Runcis

330

1,19

3,57

Borgo Runcis-Piazza San Giovanni

330

1,19

3,57

Piazza San Giovanni -Versutta

1700

6,47

20,24

Versutta-Piazza Cavour

3050

12,12

36,36

Piazza Cavour-Cimitero

940

3,45

11,16

Cimitero-Centro Studi

1230

4,55

14,45

In tre ore, compresi i tempi di visita ai siti è possibile fare il giro completo in bicicletta.

 

Maggiori informazioni:www.curaticonstile.it/it/percorso/percorso_pasoliniano

Altri percorsi: www.curaticonstile.it/it/percorsi/